Progetti > Scuole ed edifici pubblici

aule didattiche – Complesso Machiavelli

CONCORSO DI PROGETTAZIONE – 1°premio

Obiettivo del progetto è l’inserimento di un nuovo edificio destinato ad aule per la didattica e relativi servizi, con gli intenti sia di affermare il carattere e l’identità della funzione universitaria, sia di stabilire un chiaro rapporto con il contesto culturale della città senza rinunciare a testimoniare la contemporaneità dell’intervento.
Il nuovo volume estremamente compatto, lascia la possibilità di organizzazione degli spazi aperti, identificando quelli con maggiore potenzialità in prossimità degli ingressi e lungo i muri di confine. L’ ampio atrio centrale, passante e trasparente diviene cuore del progetto e integra l’ingresso principale rivolgendosi al giardino circonstante con l’intento di sottrarre questo luogo alla percezione di retro urbano.
Qui si propone la riorganizzazione delle aree esterne adiacenti con sedute, spazi dedicati all’incontro, al rimessaggio delle bici e mitigando inoltre la presenze degli edifici a confine, con la messa a dimora di nuove alberature.
Dal punto di vista compositivo, il volume mono-materico di un solo livello fuori terra, si caratterizza con alcune sottrazioni di massa in punti strategici, che consentono meglio di identificare lo spazio centrale corrispondente al foyer, che nelle ore serali illuminandosi diviene “lanterna urbana”.
La trasparenza e la permeabilità, contrapposta alla forte connotazione materica del resto del manufatto, finalizzano la chiara identificazione della funzione insediata. Completamente rivestita in ceramica, la nuova aula didattica oltre a confermarsi come edificio iconico e rappresentativo della sede universitaria, evoca la tradizione costruttiva dell’architettura Ferrarese e in generale la grande qualità estetica e costruttiva che si ritrova ancora oggi in parte dell’architettura italiana del dopoguerra.

Committente: Università degli studi di Ferrara
Localizzazione: città di Ferrara – Complesso Machiavelli
Anno: 2018
Progetto:  Andrea Gerosa, Sergio Fumagalli, Piero Luconi, Franco Gerosa (strutture), Polistudio srl (impianti)
Consulenti: Norma Bettega (impianti speciali), Moreno Marrazzo (render)

 

TOP