Progetti > Spazi pubblici e disegno urbano

piazza Grimoldi

Il progetto risultato del concorso di progettazione indetto dalla città di Como nel 2014, ha avuto come obiettivo la riqualificazione di una vasta area centrale adiacente al Duomo, comprendente anche il riordino e la riqualificazione di via Pretorio e di piazza Roma.
Il disegno delle pavimentazioni realizzate in lastre di porfido del Trentino e granito grigio definiscono il sedime della nuova piazza urbana, che ricalca le giaciture dell’antica cattedrale comasca risalente alla seconda metà del XI secolo.
L’odierna facciata della chiesa di San Giacomo, è quindi il risultato di continue modifiche e demolizioni delle preesistenze, per fare spazio via via alla costruzione della grande cattedrale e dell’adiacente broletto.
La nuova piazza Grimoldi è delimitata verso via Plinio da una soglia di quattro Morus Platanifolia “Fruitless” , una sorta di pergola, un broletto verde, allusione all’antico nartece di San Giacomo e memoria storica della produzione della baco da seta nel laborioso territorio comasco.
Al di sotto, la pavimentazione realizzata in risciada, finitura tipica della città ottocentesca e recuperata dalle operazioni di scavo e di cantiere, delimita l’area interessata dai ritrovamenti archeologici. Qui lievi segni in ferro Corten, ricalcano l’immagine delle preesistenze interrate, ridisegnandone i tratti fondamentali a futura memoria.
Ai lati otto corpi illuminanti a forma di esili spilli, sdrammatizzano la simmetria dell’impianto, accentuata dalla passatoia in granito in asse all’ingresso dell’attuale chiesa di San Giacomo e dalle due fontane abitate, realizzate con blocchi di massello di Moltrasio appositamente cavato e lavorato per questo progetto.
L’uso del sasso di Moltrasio, materiale rintracciabile nella monumentale torre campanaria del Duomo, vuole essere omaggio al lavoro dei Maestri Comacini e viene qui volutamente utilizzato in forme e finiture contemporanee: con superfici levigate per le sedute e i volumi esterni, a spacco e lavorato a mano per l’interno delle vasche e per gli affilati bordi di sfioro. L’acqua sfiorando lungo il perimetro, crea un piano perfetto, uno specchio, un’immagine riflessa della città storica.
Infine i lavori di pavimentazione e di riqualificazione della via Pretorio, caratterizzati da un’uniformità di materiale e di pezzatura, uniscono idealmente e matericamente la Porta delle Rana all’ingresso del palazzo del Vescovado, con il compito di rafforzare e tenere insieme questo antico e nuovo brano di città.

Committente: comune di Como
Localizzazione: piazza Grimoldi e via Pretorio
Anno: 2015-2016
Progetto: Andrea Gerosa, Mauro Parravicini, Marco Prestini, Stefano Seneca
Direzione lavori: Stefano Seneca
Coordinamento sicurezza: Andrea Gerosa
Consulenti: Acquantura srl (progetto impianti fontane), Peverelli srl (verde), Viabizzuno (progetto illuminotecnico)
Dati dimensionali: slp m²2100 circa
Stato: realizzato
Crediti: Marco Introini (foto) – www.marcointroini.net

TOP